approfondimento Lab Tests Online

Testo tratto da Lab Tests Online

Torna all'elenco esami

Malattia di Lyme Noto anche come:
Nome: Anti-Borrelia burgdorferi IgM/IgG
Esami associati: Sifilide
In sintesi

Perchè viene eseguito il test?
Per valutare se si è stati esposti al batterio che causa la malattia di Lyme.
Quando viene eseguito?
Se si manifestano i sintomi della malattia di Lyme, specialmente se se si è stati recentemente in un’area con una grande popolazione di cervi e/o se si ha il sospetto di essere stati punti da una zecca.
Quali campioni vengono richiesti?
Un prelievo di sangue venoso.

Il campione da analizzare

Cosa si analizza?
Il sangue viene testato per valutare la presenza di anticorpi verso il batterio che causa la malattia di Lyme. Quando sono presenti questi anticorpi vuol dire che si è venuti in contatto con il batterio che causa la malattia di Lyme, conosciuto come Borrelia Burgdorferi, trasmesso da una puntura di zecca presente in un cervo infetto.

Questo test valuta anche anticorpi verso altri batteri quindi se il test è positivo viene eseguito un test addizionale, chiamato Western Blot, che aiuta il medico a confermare la diagnosi di malattia di Lyme.


Come si raccoglie il campione da analizzare?
Un prelievo di sangue.
 


NOTA: Se il sottoporsi a queste analisi mediche provoca stati d' ansia o disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un ulteriore articolo, Seguire il campione: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico
 

L'esame

Come viene utilizzato?
Quando viene prescritto?
Qualè il significato del risultato dell'analisi?
Cos'altro si deve conoscere?

Come viene utilizzato?

Il test viene utilizzato per determinare la presenza di anticorpi contro il batterio che causa la malattia di Lyme. L’infezione interessa molti distretti dell' organismo e molti pazienti presentano una papula nella sede della puntura e dei sintomi simil influenzali. La malattia può progredire ed eventualmente causare sintomi cronici incluse infiammazioni cardiache, artrite e malattie del sistema nervoso centrale inclusa la meningite.

Ma poiché i sintomi della malattia di Lyme variano da persona a persona e poiché gli anticorpi contro il batterio non compaiono fino a 6-8 settimane dopo la puntura della zecca, l’infezione è difficile da diagnosticare.
A questo punto un campione di sangue può essere utilizzato per rilevare i livelli di anticorpi, immunoglobuline M (IgM) ed immunoglobuline G (IgG), che si sviluppano contro il batterio Borrelia Burgdorferi.

Il test, tuttavia, può anche rilevare anticorpi di altri batteri. Quindi, se il test è positivo, viene richiesto uno aggiuntivo, chiamato Western Blot, per confermare la presenza di anticorpi specifici contro il batterio che causa la malattia di Lyme. Infine, potrebbe essere effettuato un test basato sulla ricerca del DNA tramite la reazione polimerasica a catena - Polymerase chain reaction (PCR) - che spesso è più sensibile; viene utilizzato per rilevare il materiale genetico del batterio infettante.
Utilizzati insieme questi test aiutano il medico a confermare la diagnosi. Una volta che la diagnosi è stata confermata, il medico suggerirà il trattamento appropriato.


Quando viene prescritto?
Se si presenta un segno che rivela la puntura della zecca, e se si è stati recentemente in un’area con una grande popolazione di cervi, il medico potrà effettuare una diagnosi utilizzando questi dati clinici. Se non esistono questi segni evidenti ma sono vaghi, sintomi confusi con l’influenza, intorpidimento, dolori muscolari e alle articolazioni, affaticamento o problemi cardiaci e nervosi inspiegabili, il medico potrebbe prescrivere questi test ematici per valutare la presenza della malattia di Lyme.


Qualè il significato del risultato dell'esame?
Un adulto sano non presenta anticorpi contro il batterio della Borrelia Burgdorferi. Se il test risulta positivo, si è venuti in contatto con il batterio e molto probabilmente si è contratta la malattia di Lyme. (perché gli anticorpi compaiano nel sangue possono trascorrere da 3 a 30 giorni dopo la puntura). Se  il test è negativo, si potrebbe aver contratto la malattia, ma il livello di anticorpi è troppo basso per poterli rilevare. In questo caso il medico curerà seguendo l’anamnesi e i sintomi.


Cos'altro si deve conoscere?
Gli anticorpi e i batteri possono permanere nel sangue per lungo tempo; tuttavia se si è stati infettati da Borrelia Burgordferi in precedenza, il test potrebbe essere ancora positivo anche se si non si ha la malattia di Lyme.

Borrelia Burgdorferi appartiene alla classe dei batteri denominati Spirochete. Altre malattie provocate da spirochete (sifilide, leptospirosi) possono causare risultati falsi-positivi. Gli antibiotici possono interferire con i risultati del test, quindi occorre informare il medico se si è stati trattati con antibiotici prima di sottoporsi agli esami per la malattia di Lyme.

References to Laboratory Test Domande frequenti

1. Qual è il trattamento adeguato per la malattia di Lyme?
2. Si può fare qualche cosa per proteggersi dall’infezione?
3. Come si possono riconoscere i segni se non si manifesta l’eritema?
4. Le zecche dei cervi sono l’unica fonte di trasmissione della malattia di Lyme?

1. Qual è il trattamento adeguato per la malattia di Lyme ?
La maggior parte dei pazienti con la malattia di Lyme viene trattata con antibiotici


2. Si può fare qualche cosa per proteggersi dall’infezione ?
Sì. Se ci si trova in un bosco o in un giardino infestato da zecche, evitare il contatto con il suolo, foglie e vegetazione. Indossare scarpe chiuse, vestiti di colore chiaro e utilizzare insetticidi contenenti dietilmetilbenzamide (DEET). Controllare frequentemente i vestiti e le parti esposte e rimuovere subito le zecche. Animali come i cani, gatti, i cavalli e bovini possono presentare le zecche dei cervi.
Controllare spesso gli animali domestici, in particolare la testa, il collo, le orecchie e tra le dita. Utilizzare un insetticida per le zecche prescritto dal veterinario.


3. Come si possono riconoscere i segni se non si ha l’eritema ?
L’eritema appare solo nel 50% delle persone infettate. Questo eritema potrebbe avere la classica forma a “bersaglio”, ma potrebbe esserci anche una macchia rossa che potrebbe essere confusa con urticazione da edera, una puntura di ragno, di tigna, potrebbe comparire o dopo pochi giorni o dopo poche settimane dalla puntura e può scomparire rapidamente. Se possibile, fotografare l’eritema per mostrarlo al medico, da quel momento l’eritema potrebbe essere scomparso prima di poterlo contattare.

Altri sintomi della malattia di Lyme sono l’affaticamento, raffreddore e febbre, mal di testa, dolori muscolari e articolari, linfonodi gonfi. Controllare con il medico se sono presenti questi sintomi che non si possono spiegare.


4. Le zecche dei cervi sono l’unica fonte di trasmissione della malattia di Lyme ?
No. Sulla costa del Pacifico e degli Stati del sud-est, anche le zecche black-legged trasmettono la malattia di Lyme.

Links

American Lyme Disease Foundation, Inc.
International Lyme and Associated Diseases Society: Related Sites
Lyme Disease Foundation
Lyme Disease Network
Centers for Disease Control and Prevention: Lyme Disease Vaccine Recommendations
Lyme Disease Association



 

© 2017 - 2018 All Rights Reserved | Laboratorio analisi cliniche dr. Fioroni srl - P.IVA 00735680449 | privacy policy - informativa uso cookies