approfondimento Lab Tests Online

Testo tratto da Lab Tests Online

Torna all'elenco esami

Spermiogramma Noto anche come: Analisi del liquido spermatico, Analisi del liquido seminale
Nome: Spermiogramma
Esami associati: FSH, LH, Testosterone, Prolattina, Esame dell'urina completo
In sintesi

In sintesi

Perché fare il test?
Per verificare lo stato di salute degli organi riproduttivi dell’uomo, in modo particolare se la compagna non riesce a rimanere incinta, o dopo la vasectomia per verificare che l’operazione sia riuscita.

Quando fare il test?
Quando si sospetta che il paziente abbia problemi di fertilità o dopo la vasectomia.

Che tipo di campione viene richiesto?
Un campione di sperma viene raccolto in un contenitore ampio fornito dal laboratorio; il campione deve essere analizzato entro un’ora dalla raccolta. Possono essere richieste due raccolte diverse in due giorni separati per testare i problemi di fertilità.

Il test richiede una preparazione?
Astenersi dai rapporti sessuali per 2-5 giorni precedenti alla raccolta; seguire accuratamente le istruzioni fornite dal laboratorio

Il campione da analizzare

Il campione da analizzare

Cosa viene testato?
Lo spermiogramma misura la quantità e la qualità del liquido rilasciato durante l’eiaculazione. Valuta sia la porzione liquida, chiamata liquido seminale, e al microscopio, le cellule mobili chiamate spermatozoi. Questo esame è spesso utilizzato nella valutazione dell’infertilità maschile.
Lo sperma è un liquido viscoso e lattescente che contiene gli spermatozoi e i prodotti derivanti da diverse ghiandole; esso è abbastanza viscoso all’eiaculazione per poi liquefarsi dopo 10-30 minuti. Gli spermatozoi sono le cellule riproduttive presenti nel liquido seminale; hanno una testa, un collo intermedio e una coda e contengono una copia di ogni cromosoma (tutti i geni portati dal maschio). Gli spermatozoi sono mobili, normalmente si muovono in avanti attraverso il liquido seminale. Dentro al corpo della donna, questa proprietà li rende abili a raggiungere l’ovulo e a fondersi con esso, fecondandolo. Ogni campione di sperma contiene da 1.5 a 5.5 mL (circa un cucchiaino da te) di liquido, circa 20 milioni di spermatozoi per mL e concentrazioni variabili di fruttosio, soluzioni tampone, sostanze coagulanti, lubrificanti ed enzimi che dovrebbero supportare lo sperma e il processo di fecondazione.

Uno spermiogramma normalmente misura:

Volume del liquido seminale Consistenza (viscosità) del liquido Numero totale di spermtozoi Motilità degli spermatozoi (la percentuale che riesce a muoversi in modo deciso in avanti) Numero di spermatozoi normali e non (difettosi) in termini di grandezza e forma Concentrazione (densità) Coagulazione e liquefazione Fruttosio (lo zucchero che nel liquido seminale fornisce energia agli spermatozoi) pH (acidità) Numero di spermatozoi immaturi Numero di leucociti (cellule che indicano un’infezione in atto)

Se la conta spermatica è bassa, se la motilità è diminuita e se la morfologia è anormale o se il liquido seminale è anormale possono essere eseguiti alcuni esami aggiuntivi. Questi esami possono aiutare a identificare alcune anomalie, come la presenza di anticorpi diretti contro gli spermatozoi, concentrazioni anomale di ormoni (testosterone, FSH, LH, prolattina), un numero eccessivo di leucociti; i test genetici sono utili per le patologie che possono influenzare la fertilità, come la sindrome di Klinefelter, la fibrosi cistica o altre patologie cromosomiche.
In alcuni casi, possono essere usati test per immagini a ultrasuoni, la TAC o la risonanza magnetica. Può anche essere necessaria una biopsia dei testicoli. Talvolta viene fatto un test di criosopravvivenza se la coppia desidera congelare gli spermatozoi per poi utilizzarli in futuro.

Che tipo di campione viene richiesto?
Molti laboratori richiedono che il campione venga raccolto sul posto così che il liquido, per preservarne la qualità, venga esaminato entro 60 minuti dall’eiaculazione.
Lo sperma viene raccolto dal paziente stesso in un’area privata. Alcuni uomini, per motivi religiosi o per altre ragioni, possono voler raccogliere il campione in un preservativo durante un rapporto sessuale. In questo caso, il medico dovrebbe fornire un preservativo o una guaina apposita, poiché i lubrificanti dei preservativi in commercio possono inficiare i risultati.
Lo sperma è sensibile alla temperatura. Se la raccolta viene eseguita a casa, il campione deve essere tenuto a temperatura corporea (98.6oF/37oC) per mantenerlo vicino alla condizione normale, durante il trasporto. Non dovrebbe essere lasciato a temperatura ambiente per un periodo prolungato e non deve essere refrigerato.
La motilità spermatica decresce dopo l’eiaculazione; per questo motivo, il tempo e la temperatura sono fattori critici per ottenere informazioni accurate. Se il campione è scarso il test deve essere ripetuto.

NOTA: Se il sottoporsi a queste analisi mediche provoca stati d' ansia o disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.
Un ulteriore articolo: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico


Esiste una preparazione al  test che possa assicurare la buona qualità del campione?
Per dare allo sperma il tempo di riformarsi, è necessario astenersi dall’eiaculare per 2-5 giorni prima di raccogliere il campione. Periodi prolungati di astinenza possono dar luogo a un grande volume del campione ed a ridotta motilità. Può anche essere richiesto di evitare il consumo di alcolici prima di fare il test. Seguire ogni istruzione fornita.

L'esame

L’esame

Come si usa?
Quando viene prescritto?
Che cosa significa il risultato del test?
C'è qualcos'altro da sapere?

Come si usa?
Lo spermiogramma è usato per determinare se un uomo non è fertile- non abile a procreare. L’analisi consiste in una serie di test che valutano la qualità e la quantità degli spermatozoi e dell’ambiente in cui risiedono.
Questo esame può essere usato per la conta spermatica dopo che l’uomo ha subito una vasectomia, una procedura che previene il rilascio degli spermatozoi nell’eiaculato e che, se eseguita da un chirurgo esperto,è considerata un metodo permanente di controllo delle nascite (99.9%). Se gli spermatozoi, attivi o meno, sono presenti nel liquido, il paziente e la sua partner devono prendere delle precauzioni per evitare una gravidanza. La conta deve essere rifatta dopo un periodo di tempo finché lo sperma non sarà più presente nel campione. 

Quando viene prescritto?
Lo spermiogramma viene eseguito quando il medico pensa che un uomo o la coppia abbia problemi di fertilità. I fattori maschili sono implicati in circa il 50% dei casi di infertilità. L’infertilità maschile può avere molte cause, alcune delle quali possono essere trattate con successo. Se è coinvolto un fattore maschile, lo spermiogramma è necessario per determinare che cosa inibisce la fertilità e, quando indicato, per valutare se possa essere utile sottoporsi a fecondazione medicalmente assistita per facilitare la gravidanza.
Lo spermiogramma per i problemi di fertilità deve essere eseguito almeno su due campioni raccolti ad una distanza minima di 7 giorni l’uno dall’altro in un periodo di due- tre mesi. La conta spermatica e la consistenza possono variare di giorno in giorno e alcuni fattori possono influenzare la motilità e il numero di cellule.
Quando lo sperma mostra anomalie, il test viene ripetuto dopo un intervallo di tempo deciso dal medico.
Lo spermiogramma viene di solito prescritto anche dopo la vasectomia per confermare il successo della procedura e se necessario il test deve essere ripetuto, finché lo sperma non è più presente nel campione.

Che cosa significa il risultato del test?
Il volume normale dello sperma raccolto è tra 1.5 e 5.5 millilitri (mL) di liquido per eiaculato. Un volume di sperma minore potrebbe indicare che ci sono pochi spermatozoi, il che diminuirebbe le probabilità di successo della fecondazione e la successiva gravidanza. Un eccessivo volume può invece diluire la concentrazione di spermatozoi.
Lo sperma inizialmente dovrebbe essere denso per poi liquefarsi entro 15-30 minuti. Se ciò non dovesse accadere, allora sarebbero impediti i movimenti degli spermatozoi.
La concentrazione degli spermatozoi (anche chiamata conta spermatica o densità spermatica) è misurata in milioni di spermatozoi per millilitro di liquido. Normalmente ci sono circa 20 milioni o più spermatozoi per mL, con un volume di eiaculato totale di 80 milioni o più. Una concentrazione diminuita di spermatozoi può diminuire la fertilità. Dopo una vasectomia, l’obiettivo è invece non vedere nessun spermatozoo nel liquido seminale.
La motilità è la percentuale di spermatozoi mobili nel campione e varia a seconda della velocità e della direzione del movimento. Circa il 50% dovrebbe essere mobile ad un’ora dell’eiaculazione, muovendosi lungo una traiettoria diritta con una buona velocità. La progressione degli spermatozoi, misurata nel modo migliore con sistemi automatizzati, è classificata da zero (assenza di movimento) a 4, con 3 e 4 che rappresentano una buona motilità. Se meno della metà degli spermatozoi è mobile, viene usato un colorante per identificare la percentuale degli spermatozoi morti. Quest’ultimo è chiamato test di vitalità degli spermatozoi.
L’analisi morfologica è lo studio della grandezza, della forma e dell’aspetto delle cellule spermatiche e valuta la struttura degli spermatozoi. Più del 50% delle cellule esaminate dovrebbe essere di misura, forma e lunghezza normale. Più spermatozoi anomali sono presenti, più bassa è la probabilità che siano fertili. Le forme anormale possono includere teste, colli e code difettosi, insieme alle cellule immature. Più del 14% dovrebbe avere una testa normale. Per vedere l’immagine di uno spermatozoo normale, cliccare su page on sperm, di MedlinePlus Medical Enciclopedia.
Il pH del liquido seminale dovrebbe essere tra 7.2 e 7.8, il fruttosio a 150-600 mg/dL, e dovrebbero esserci meno di 2000 leucociti per mL. Un pH uguale o superiore a 8.0 potrebbe indicare un’infezione, mentre un pH inferiore a 7.0 suggerisce una contaminazione con l’urina o un’ostruzione dei dotti eiaculatori.
L’agglutinazione degli spermatozoi avviene quando le cellule si appiccicano tra loro in un modo specifico (testa- testa, coda- coda, ecc.) suggerendo una causa immunologia di infertilità. L’aggregarsi degli spermatozoi in maniera aspecifica potrebbe essere dovuto a un’infezione batterica o a contaminazione con altri tessuti.

C'è qualcos'altro da sapere?
Nella valutazione della fertilità maschile, ogni aspetto dell’analisi del liquido viene considerato, così come altri aspetti dello stato di salute generale dell’individuo. Ogni parte dell’analisi del liquido contribuisce a confermare la fertilità maschile o, se anormale, a negarla. Mentre i risultati anomali diminuiscono le possibilità di fertilità, alcune coppie con questi risultati concepiscono comunque, con o senza assistenza, e coloro con apparenti buoni risultati possono avere dei problemi.
Alcuni fattori possono influire sulla conta spermatica o su altri valori dello spermiogramma, tra cui il consumo di alcol, di tabacco, di caffeina, di alcuni farmaci ricostituenti e di farmaci che necessitano la prescrizione medica (es. cimetidina) e di alcuni medicinali erboristici come l’Erba di San Giovanni.

References to Laboratory Test Domande frequenti

Domande frequenti
1. E’ possibile testare prima la fertilità della donna?
2. Esiste un test da fare a casa per conta spermatica?
3. Quali sono le cause di infertilità maschile?
4. Qual è il trattamento per l’infertilità maschile?

1. E’ possibile testare prima la fertilità della donna?
Quando una coppia ha problemi a procreare, è più facile, meno invasivo e dispendioso testare prima l’uomo. Il liquido seminale può essere raccolto, il problema essere identificato o escluso in modo più facile.

2. Esiste un test da fare a casa per conta spermatica?
Sì, esiste un test che fa la conta degli spermatozoi e fornisce un risultato in pochi minuti. D’altra parte, è importante tenere presente che la conta degli spermatozoi è solo una parte dello spermiogramma per la determinazione dell’infertilità maschile ed è solo uno degli aspetti di un processo piuttosto complesso.

3. Quali sono le cause di infertilità maschile?
Alcune delle cause più comuni di infertilità maschile includono danno ai testicoli dovuto a infezioni quali parotite, chemioterapia/ radioterapia, traumi o chirurgia, ostruzione dei tubi che portano il liquido al pene causata da cicatrici di infezione, fibrosi cistica, varicocele (ingrossamento dei vasi sanguigni nello scroto che aumenta la temperatura dei testicoli, che può portare ad una diminuzione della produzione spermatica), sindrome di Klinefelter (una rara patologia genetica), ed ogni cosa che possa abbassare le concentrazioni degli ormoni LH ed FSH, come i tumori ipofisari. Patologie croniche, precarie condizioni di salute, obesità, alcuni tipi di farmaci e l’abuso di droghe possono diminuire la produzione di spermatozoi e di conseguenza la fertilità. Per maggiori dettagli, visitare la pagina della MayoClinic.com selezionando Male Infertility: Causes

4. Qual è il trattamento per l’infertilità maschile?
Il trattamento dipende dalla causa. Può includere un intervento chirurgico per risolvere un varicocele o un’ostruzione, un’iniezioni di ormoni, o la fecondazione assistita. Per maggiori informazioni, visitare la pagina della MayoClinic.com selezionando Male Infertility: Treatments and drugs.

Links

Pagine correlate

In questo sito
Condizioni patologiche: Gravidanza, Infertilità

Altrove nel web
The InterNational Council on Infertility Information Dissemination
MedlinePlus Medical Encyclopedia: Sperm
MedlinePlus Medical Encyclopedia: Vasectomy
Hormone Health Network: Infertility and Men

 

© 2017 - 2018 All Rights Reserved | Laboratorio analisi cliniche dr. Fioroni srl - P.IVA 00735680449 | privacy policy - informativa uso cookies