approfondimento Lab Tests Online

Testo tratto da Lab Tests Online

Torna all'elenco esami

Trichomonas Noto anche come: Trichomonas vaginalis, T. vaginalis, Coltura di trichomonas, Trichomonas vaginalis RNA, Indagine DNA per trichomonas vaginalis
Nome: Trichomoniasis
Esami associati:
In sintesi

Perché sottoporsi a test ?
Per diagnosticare un’infezione di  Trichomonas vaginalis, un parassita microscopico, con una singola cellula (protozoo) che di solito è trasmesso sessualmente e causa infezioni vaginali nelle donne ed uretrite e prostatite negli uomini
Quando sottoporsi a test?
Quando una donna mostra sintomi di infezione, come secrezione vaginale maleodorante, prurito genitale, e/o dolore durante la minzione, e quando un uomo ha bisogno frequente di urinare e/o secrezione dall’uretra
Campione richesto?
Per le donne, un tampone di secrezioni vaginali o cervicali; si può ottenere un campione dalla stessa fiala di raccolta per il pap test; per l’uomo si richiede un tampone uretrale; altri campioni possono essere urina o liquido prostatico

Il campione da analizzare

Che cosa é sottoposto a test ?
Il test ricerca l’infezione da  Trichomonas vaginalis, parassita microscopico trasmesso sessualmente che causa infezioni vaginali ed uretriti.

Secondo i Centri americani per il controllo e la diffusione delle malattie, la tricomoniasi è la più comune  e curabile malattia trasmessa sessualmente (STD) nelle donne giovani e sessualmente attive. Negli USA,  si stima che 7,4 milioni di nuovi casi si verifichino ogni anno per donne e uomini, con la percentuale più alta nelle donne tra i 16 e 35 anni.

Il trichomonas vaginalis é una delle cause più comuni di vaginite per le donne. I sintomi comprendono:

gonfiore vaginale prurito, irritazione, infiammazione sensazione di bruciore secrezione vaginale schiumosa, verde-giallastra cattivo odore frequente stimolo per la minzione possibile presenza di sangue

 

Questi sintomi si sviluppano nel corso di alcuni giorni o alcune settimane; la cura è comunque facile mediante antibiotici. Qualsiasi attività sessuale dovrebbe cessare durante la cura, ed i partner dovrebbero essere curati contemporaneamente per evitare una reinfezione.

Un’infezione a lungo termine e non curata può causare alterazioni nei tessuti della cervice nella donna, riscontrabili mediante il pap test. L’avere la tricomoniasi durante la gravidanza può causare complicazioni e può contribuire a parto prematuro o alla nascita di un neonato sottopeso.

 

Come è raccolto il campione per il test?
Per le donne, si raccoglie un tampone di secrezioni vaginali. Per gli uomini, si inserisce un tampone nell’uretra. A volte si possono anche usare campioni di urina.
NOTA: Se il sottoporsi a queste analisi mediche provoca stati d' ansia o disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un ulteriore articolo, Seguire il campione: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico
 

L'esame

Come é usato ?
Quando é richiesto ?  
Che cosa significa il risultato del test ?  
C’é qualcos’altro che dovrei sapere ?


Come é usato ?
Il test é usato per diagnosticare l’infezione da trichomonas vaginalis. Nella donna possono essere visibili delle piccole ferite rosse sulle pareti della vagina o della cervice durante un esame pelvico. Le secrezioni della vagina o dell’uretra che sono raccolte su un tampone possono essere esaminate al microscopio (chiamato “wet prep”), messe in coltura, o testate con misurazioni molecolari per scoprire la presenza del parassita.

L’esame del “wet prep” determina se i sintomi sono causati da infezione da trichomonas mediante osservazione diretta. Attraverso il microscopio si vede la presenza del parassita. Questo metodo è semplice e veloce, ma la visualizzazione del parassita può non avvenire per errore di campionatura.

Un test più sensibile é fare una coltura del campione, ma sono necessari fino a 7 giorni perché la coltura cresca abbastanza per identificare il parassita. Altri metodi disponibili comprendono il test dell’anticorpo fluorescente diretto (DFA) ed un test che scopre gli antigeni del trichomonas.

Le prove molecolari con ricerca diretta sul DNA o la tecnologia PCR (reazione a catena con polimerasi) offrono la determinazione più sensibile e più veloce (di solito entro 24 ore). I campioni si possono prelevare durante un esame ginecologico di routine che includa il pap test.


Quando é richiesto?
Il medico può richiedere il test se si lamentano sintomi quali secrezione vaginale maleodorante o dolore nella minzione. Se si ha un’infezione da un’altra malattia sessualmente  trasmessa, il medico potrebbe anche richiedervi il test del trichomonas. Similmente, se i risultati confermano l’infezione da trichomonas, si può anche essere sottoposti a test per la clamidia e la gonorrea, dato che queste malattie sessualmente trasmesse spesso si verificano insieme.


Che cosa significa il risultato del test?
Un test positivo indica un’infezione attiva che richiede una cura con medicinali specifici.
Se si è infetti, anche il partner si deve sottoporre al test ed alle eventuali cure.


C’é qualcos’altro che dovrei sapere?
Una persona infetta é a maggior rischio di altre malattie sessualmente trasmesse. In particolare, l’infiammazione ai genitali che si verifica col trichomonas può aumentare la suscettibilità di una donna nei confronti dell’ HIV se esposta al virus.

La tricomoniasi neonatale, benché rara, può anche verificarsi e causare complicanze per il neonato.

La contaminazione fecale del campione può mostrare un organismo non patogeno (Pentatrichomonas hominis, nome ufficiale Trichomonas hominis) simile nell’aspetto e che quindi si può confondere con T. vaginalis tramite osservazione diretta. La presenza di questo organismo non richiede alcuna cura.

References to Laboratory Test Domande frequenti

1. Quanto tempo ci vuole per avere i risultati ?
2. Quali altre complicanze possono verificarsi se la tricomoniasi non è opportunamente curata ?
3. Come si può prevenire la tricomoniasi?


1. Quanto tempo ci vuole per avere i risultati ?
Se il medico vede ferite rosse sulle pareti vaginali, molto probabilmente esaminerà direttamente al microscopio il wet prep per trovare il parassita. C’è anche un test rapido che permette di scoprire gli antigeni del trichomonas in 10 minuti. Tuttavia, altri metodi richiedenti l’invio del vostro campione in laboratorio possono richiedere maggior tempo. Una coltura può richiedere fino a 7 giorni, mentre i metodi molecolari danno i risultati in 24 ore. Un metodo che implica un sistema per la scoperta di T. vaginalis nei campioni femminili vaginali o maschili uretrali/urinari contiene un mezzo che é unico per il trasporto e la crescita della T.vaginalis, mentre inibisce la crescita di microorganismi che potrebbero interferire con una diagnosi affidabile. I risultati di questo metodo possono essere disponibili in 24-72 ore.


2. Quali altre complicanze possono verificarsi se la tricomoniasi non è opportunamente curata ?
La tricomoniasi non curata o curata in modo erroneo può risultare in un’infezione che può aumentare il rischio di malattia infiammatoria pelvica (PID) nella donna. L’uomo a volte é asintomatico, ma si verifica l’infezione e la reinfezione cronica del partner.


3. Come si può prevenire la tricomoniasi ?
I Centri controllo malattie americani suggeriscono le seguenti linee guida:

astenersi da contatti sessuali; o usare scrupolosamente il preservativo ogni volta che si ha un rapporto sessuale con qualsiasi partner. limitare i partner sessuali. Più partner si hanno, maggiore é il rischio di incontrare qualcuno che abbia qualche malattia sessualmente trasmessa. se si é infetti, anche il partner deve essere curato. Questo impedisce la reinfezione.

Links

Centers for Disease Control and Prevention: Trichomonas Fact Sheet
American Social Health Association: VAGINITIS/TRICHOMONIASIS, Questions & Answers

 

NOTE: Pages listed here are provided as supplemental resources for your further research. For a complete list of sources used in preparing this article, click here.

© 2017 - 2018 All Rights Reserved | Laboratorio analisi cliniche dr. Fioroni srl - P.IVA 00735680449 | privacy policy - informativa uso cookies