approfondimento Lab Tests Online

Testo tratto da Lab Tests Online

Torna all'elenco esami

VES Noto anche come: VES, Metodo di Westergren
Nome: Velocità di eritrosedimentazione
Esami associati: PCR, ANA, Fattore Reumatoide, Emocromo
In sintesi

In sintesi

Perché fare il test?
Per determinare la presenza di infiammazione causata da una o più condizioni o patologie quali infezioni, tumori o malattie autoimmuni; come supporto nella diagnosi e nel monitoraggio di specifiche patologie quali artrite transitoria, vasculite sistemica, polimialgia reumatica o artrite reumatoide.

Quando fare il test?
Quando il medico pensa che il paziente abbia una patologia che causa infiammazione; quando il soggetto mostra segni e sintomi associati ad artrite transitoria, vasculite sistemica, polimialgia reumatica o artrite reumatoide, come mal di testa, dolore alle ginocchia e alle spalle, dolore pelvico, anemia, scarso appetito, perdita di peso inspiegata e rigidità delle articolazioni.

Che tipo di campione viene richiesto?
Un campione di sangue prelevato da una vena del braccio.

Il test richiede una preparazione?
No.

Il campione da analizzare

Il campione da analizzare
Cosa viene testato?
La velocità di eritrosedimentazione (VES) è un test che misura indirettamente il grado di infiammazione presente nell’organismo. Il test attualmente misura il tempo che gli eritrociti (globuli rossi) impiegano a precipitare (sedimentare) in un campione di sangue posto in un tubo verticale di altezza standard, alto e stretto. Il risultato è riportato in millimetri di fluido (plasma) che sono presenti nella porzione superiore del tubo dopo un’ora.
Quando un campione di sangue è posto nel tubo, normalmente le cellule sedimentano relativamente piano, lasciando il plasma più chiaro. I globuli rossi sedimentano più velocemente in presenza di un’aumentata concentrazione di proteine, in particolare delle proteine chiamate “di fase acuta”. La concentrazione delle proteine della fase acuta, come la proteina C reattiva (PCR) e il fibrinogeno aumentano nel sangue in risposta all’infiammazione.
L’infiammazione è una parte della risposta immunitaria dell’organismo. Può essere acuta, sviluppandosi rapidamente dopo un trauma, una ferita o un’infezione, ad esempio, o può perdurare per un periodo di tempo protratto (cronica) in presenza di malattie come le patologie autoimmuni o il cancro.
La VES non è diagnostica: è un test non- specifico che può risultare elevato in un gran numero di differenti patologie. Essa fornisce informazioni generali circa la presenza o l’assenza di uno stato infiammatorio.
E’ stato posto il problema dell’utilità della VES alla luce dell’introduzione di nuovi test più specifici. D’altra parte, la VES è di solito indicata per la diagnosi e il monitoraggio dell’artrite transitoria, della vasculite sistemica e della polimialgia reumatica. La VES molto elevata è utile per fare diagnosi differenziale di malattia reumatica. Inoltre, la VES può essere una buona opzione in alcune situazioni, quando, ad esempio, i nuovi test non sono disponibili in zone del mondo con risorse limitate o quando si è in monitoraggio per una patologia specifica.

Che tipo di campione viene richiesto?
Un campione di sangue viene prelevato da una vena del braccio.

NOTA: Se il sottoporsi a queste analisi mediche provoca stati d' ansia o disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.
Un ulteriore articolo: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico

Esiste una preparazione al  test che possa assicurare la buona qualità del campione?
No.



 

L'esame

L’esame

Come si usa?
Quando viene prescritto?
Che cosa significa il risultato del test?
C'è qualcos'altro da sapere?

Come si usa?
La velocità di eritrosedimentazione (VES) è un test relativamente semplice, poco caro e non- specifico, utilizzato per molti anni come supporto nel rivelare l’infiammazione associata ad alcune patologie quali infezioni, tumori e patologie autoimmuni.
La VES è un test non specifico poiché risultati elevati indicano spesso la presenza di infiammazione senza indicare al medico esattamente dove sia situata l’infiammazione nell’organismo e cosa la causi. La VES può essere influenzata da altre patologie, oltre all’infiammazione. Per questa ragione, è di solito utilizzata insieme ad altri test, come la proteina C- reattiva.
La VES è utilizzata come supporto nella diagnosi di certi tipi di patologie infiammatorie, l’artrite transitoria, la vasculite sistemica e la polimialgia reumatica. Un aumento significativo della VES è uno dei risultati dei test usati per supportare la diagnosi.
Questo test può essere inoltre utilizzato per il monitoraggio e la risposta alla terapia per le patologie di cui sopra e per altre come il lupus eritematoso sistemico (LES).

Quando viene prescritto?
La VES può essere prescritta quando si sospetta che la patologia o la condizione causi infiammazione da qualche parte nell’organismo. Esistono numerose patologie infiammatorie che possono essere determinate usando questo test. Ad esempio, può essere prescritto quando si sospetti che l’artrite causi infiammazione e dolore alle articolazioni o quando sono presenti sintomi digestivi che sono sospettati di essere la causa di malattie infiammatorie intestinali.
Il medico può prescrivere la VES quando un individuo mostra sintomi che suggeriscono polimialgia reumatica, vasculite sistemica o artrite transitoria, come mal di testa, dolore a ginocchia e articolazioni, dolore alla pelvi, anemia, scarso appetito, perdita di peso inspiegata e rigidità articolare. La VES può inoltre essere richiesta a intervalli regolari come parte del monitoraggio di queste patologie.
Prima di fare un lavoro esteso di ricerca della probabile patologia, il medico può far ripetere la VES.

Che cosa significa il risultato del test?
Il risultato della VES è riportato in millimetri di fluido (plasma) presenti nella porzione superiore del tubo di altezza standard dopo un’ora (mm/ora)
Dal momento che la VES è un marcatore non specifico di infiammazione ed è influenzato da altri fattori, il risultato può essere usato insieme ad altri reperti clinici, la storia clinica e i risultati di altri esami di laboratorio. Se la VES e i segni clinici combaciano, allora il medico può essre in grado di confermare o scartare la diagnosi sospettata.
Una singola VES elevata, senza alcun sintomo di specifica patologia, di solito non fornisce abbastanza informazioni per effettuare decisioni mediche. Inoltre, un risultato normale non può escludere infiammazioni o patologie.
Una VES moderatamente elevata si riscontra durante l’infiammazione ma anche in anemia, infezioni, gravidanza e in età avanzata.
Una VES molto elevata di solito ha una causa piuttosto ovvia, come un’infezione di grado severo, marcata da un aumento delle globuline, polimialgia reumatica o artrite transitoria. Il medico di solito utilizza altri test di follow- up, come l’emocoltura in relazione ai sintomi della persona. Le persone affette da mieloma multiplo o da macroglobulinemia di Waldenstrom (un tumore che determina un grande aumento delle immunoglobuline) hanno di solito una VES molto elevata anche se non hanno un’infiammazione.
Quando una patologia viene monitorata nel tempo, l’aumento di VES può indicare un aumento dell’infiammazione o una scarsa risposta alla terapia; una VES normale o diminuita può indicare una risposta appropriata al trattamento.

C’è qualcos’altro da sapere?
Una VES bassa può essere osservata in quelle patologie in cui la normale sedimentazione dei globuli rossi è inibita, come nella policitemia, in cui si osserva un alto numero di globuli rossi, nella leucocitosi, in cui si osserva un alto numero di globuli bianchi e in alcune malattie caratterizzate da anomalie proteiche. Anche nelle patologie caratterizzate da anomalie della forma dei globuli rossi (come nell’anemia falciforme in cui le emazie hanno una forma a falce) si può riscontrare una VES bassa.
VES e proteina C reattiva (PCR) sono entrambi marcatori di infiammazione. Di solito, la VES non cambia così rapidamente come la PCR, sia all’inizio dell’infiammazione che durante la sua risoluzione. La PCR non è influenzata da tanti fattori come la VES, ed è per questo che è un marcatore migliore di infiammazione. D’altra parte però la VES è un test di più facile esecuzione e molti medici la usano ancora come test iniziale, quando sospettano che il paziente abbia un’infiammazione.
Se la VES è elevata, di solito è a causa di due tipi di proteine, le globuline o il fibrinogeno. In relazione alla storia clinica del paziente, ai segni e sintomi e alla patologia che il medico sospetta, può essere richiesto il test del fibrinogeno (una proteina della coagulazione che è un altro marcatore di infiammazione) e l’elettroforesi delle sieroproteine per determinare quale di queste (o entrambe, in taluni casi) sia la causa dell’innalzamento della VES.
Le donne tendono ad avere una VES più elevata rispetto agli uomini, le mestruazioni e la gravidanza possono causare un temporaneo rialzo.
In pediatria, la VES è il test di supporto per la diagnosi e il monitoraggio dei bambini affetti da artrite reumatoide o da malattia di Kawasaki
Farmaci quali il destrano, la metildopa, i contraccettivi orali, la penicillamina procainamide, la teofillina e la vitamina A, possono aumentare la VES, mentre l’aspirina, il cortisone e il chinino possono diminuirla.
Esiste in commercio un test rapido che si esegue in 4 minuti, con un metodo che prevede la centrifugazione del campione. Esso è utilizzato ampiamente nei pazienti che non possono aspettare troppo la diagnosi, in particolare al pronto soccorso.

References to Laboratory Test Domande frequenti

Domande frequenti

1. Tutti dovrebbero fare il test della VES?
2. Quali altri test dovrebbero essere richiesti dal medico, oltre alla VES?
3. Cosa significano i cambiamenti nella VES?

1. Tutti dovrebbero fare il test della VES?
No. La VES non è un test specifico e non rivela la presenza di malattie o particolari condizioni e può essere influenzata da fattori differenti rispetto all’infiammazione. Per questi motivi, non ne è raccomandato l’uso sulla popolazione generale asintomatica o apparentemente sana.

2. Quali altri test dovrebbero essere richiesti dal medico, oltre alla VES?
Il medico potrebbe richiedere la proteina C reattiva (PCR) e altri esami generici, come il pannello metabolico totale o l’emocromo con formula. Altri test addizionali possono essere richiesti tra cui, gli anticorpi antinucleo (ANA), il fattore reumatoide (FR), il fibrinogeno o l’elettroforesi delle sieroproteine.

3. Cosa significano i cambiamenti nella VES?
I cambiamenti nella VES possono indicare la presenza o l’abbattimento di infezioni o infiammazioni. Se il paziente ha una patologia infiammatoria cronica, la VES può fluttuare con il grado di severità o il decorso clinico della patologia.


Links

Pagine correlate


In questo sito
Condizioni patologiche: Vasculiti, Malattie Autoimmuni , Artrite Reumatoide , Osteoartrite, Morbo Celiaco , Lupus, Sindrome da affaticamento cronico, Artrite Reumatoide Giovanile, Malattie infiammatorie intestinali

Altrove sul web
Linus Pauling Institute: What is inflammation? 
Medical News Today: What causes inflammation? 
PubMed Health: What is inflammation? 
Mayo Clinic: Sed rate
American Academy of Family Physicians: Giant Cell Arteritis and Polymyalgia Rheumatica
National Institute of Arthritis and Muscoskeletal and Skin Diseases: Questions and Answers about Polymyalgia Rheumatica and Giant Cell Arteritis
Johns Hopkins Vasculitis Center: Giant Cell Arteritis 


 

© 2017 - 2018 All Rights Reserved | Laboratorio analisi cliniche dr. Fioroni srl - P.IVA 00735680449 | privacy policy - informativa uso cookies