approfondimento Lab Tests Online

Testo tratto da Lab Tests Online

Torna all'elenco esami

Anticorpi anti-citoplasma dei neutrofili (ANCA) Noto anche come: cANCA, pANCA, Serin-proteasi 3, MPO, PR3, Anticorpi anticitoplasma, 3-ANCA, PR3-ANCA, MPO- ANCA
Nome: Anticorpi anti-citoplasma dei neutrofili, Anticorpi anti- mieloperossidasi, Anticorpi anti- perossidasi-3
Esami associati: Complemento
In sintesi

Perché fare il test?

Come supporto nella diagnosi, e talvolta nel monitoraggio, di certe forme di malattie autoimmuni come le vasculiti sistemiche (infiammazione dei vasi); nella distinzione tra Morbo di Crohn e coliti ulcerose, le due più comuni forme di malattie infiammatorie intestinali (IBD= acronimo di inflammatory bowel disease), in aggiunta ad altri esami.

 

Quando fare il test?

In presenza di sintomi quali: febbre, dolori muscolari, perdita di peso, che il medico può imputare a malattie autoimmuni dei vasi; in presenza di diarrea persistente e intermittente, dolori addominali che il medico può imputare a malattia infiammatoria intestinale (IBD); nel percorso diagnostico per differenziare il morbo di Crohn dalle coliti ulcerose.

 

Che tipo di campione è richiesto?

Campione di sangue periferico (solitamente prelievo da vena  del braccio)

 

Preparazione al test

Nessuna.

Il campione da analizzare

Cosa viene testato
Gli Anticorpi anti-citoplasma (ANCA) sono autoanticorpi prodotti dal sistema immunitario che erroneamente riconosce come estranee alcune proteine presenti nei neutrofili. Il test ANCA misura la quantità di questi autoanticorpi nel sangue. I più comuni tra questi sono autoanticorpi contro la mieloperossidasi (MPO) e contro la Proteinasi 3 (PR3).

Il test consiste nel mescolare il sangue dell’individuo con dei neutrofili e colorare il tutto con con un colorante fluorescente. Se gli ANCA sono presenti, saranno visibili al microscopio. Sono visibili sia gli autoanticorpi anticitoplasma cANCA, quelli anti-perinucleo pANCA, o quelli atipici X-ANCA. Alternativamente può essere utilizzata metodica ELISA, per misurare in maniera quantitativa e diretta gli anticorpi. La combinazione dei due test viene eseguita se si sospetta vasculite.

Gli ANCA possono essere presenti in una varietà di malattie autoimmuni, che causano infiammazione, danno ai tessuti e danni d’organo:

Le Vasculiti sistemiche sono un gruppo di malattie associate ad un danneggiamento ed indebolimentodei vasi. Possono causare danni ai tessuti e agli organi, come conseguenzadella ridotta portata del circolo. Possono provocare danneggiamenti importanti alle pareti dei vasi, gli aneurismi e provocarne la rottura. I sintomi della vasculite  dipendono dalla severità e della parte del corpo coinvolta; alcuni tipi di vasculite sono strttamente associati alla produzione di ANCA: Poliangite granulomatosa (granulomatosi di Wegener) Poliangite microscopica, Granulomatosi eosinofila con poliangite (Sindrome di Churg Strauss), Poliartrite nodosa (PAN) (per informazioni più precise consultare la sezione Vasculiti).

Gli anticorpi cANCA/PR3 sono prevalentemente riscontrati nelle granulomatosi con poliangiti, mentre i pANCA/MPO sono più frequentemente associati a forme di poliangiti microscopiche. Comunque entrambi possono essere trovati  in tutti e tre i tipi con varia reattività. Le Coliti ulcerose (CU) sono forme di IBD associate a gonfiore e danneggiamento al rivestimento del colon. Le coliti ulcerose si distinguono con diffocltà dal morbo di Crohn (CD), un altro tipo di IBD che coinvolge tutte le zone dell’intestino. Gli ANCA atipici sono di norma associati a UC (80% dei casi), mentre solo il 20% dei pazienti affetti da CD risultano di solito positivi.

Come viene prelevato il campione biologico
Prelievo ematico, da una vena del braccio

Preparazione al test
Nessuna.

L'esame

L’esame
Come si usa?
Quando viene richiesto l’esame

Cosa significa il risultato del test?
C’è qualcos’altro da sapere?

 

 

Come si usa?
Gli ANCA vengono usati per:

- Supporto nella diagnosi di alcune forme di vasculiti autoimmuni tra le quali: granulomatosi con poliangite(granulomatosi di Wegener), poliangite microscopica, granulomatosi eosinofila con poliangite (Sindrome di Churg Strauss). A volte il test può essere  impiegato nel monitoraggio della terapia e/o per rivelare recidive di tali patologie (vedere la sezione Vasculiti)

-        Come ausilio per distinguere tra coliti ulcerose e Morbo di Crohn, due forme comuni di malattia infiammatoria intestinale (IBD)

Gli Anticorpi anti-citoplasma (ANCA) sono autoanticorpi prodotti dal sistema immunitario che erroneamente riconosce come estranee alcune proteine presenti nei neutrofili (globuli bianchi del sangue).. I più comuni tra questi sono autoanticorpi contro la mieloperossidasi (MPO) e contro la Proteinasi 3 (PR3).

Esistono due tipi di test:

-        Quello usato più spesso è l’immunofluorescenza indiretta  al microscopio (IFA): il test consiste nel mescolare al sangue dell’individuo dei neutrofili per consentire agli autoanticorpi eventualmente presenti di reagire con le cellule.  Il campione viene messo su di un vetrino e colorato con con un colorante fluorescente. Se gli ANCA sono presenti, saranno visibili al microscopio. Gli anticorpi citoplasmatici(cANCA) sono associati con gli anticorpi PR3, quelli anti-perinucleo (pANCA) con gli MPO. Un altra possibile situazione è la presenza di ANCA atipici

-        Gli anticorpi anti- mieloperossidasi e anti- proteinasi 3 (PR3) sono di norma testati individualmente ed in modo più specifico mediante metodica ELISA (immunoassay).

Alcuni laboratori effettuano tutti i tre test, ANCA, MPO e PR3 altri eseguono MPO e PR3 solo se il test ANCA iniziale è positivo.

Alcuni esami vengono aggiunti come supporto nella diagnosi, quali: Velocità di eritrosedimentazione (VES), Conta delle cellule ematiche, Esami delle urine, Urea e Creatinina per valutare la funzionalità renale. In alcuni pazienti vengono fatti test per l’epatite e il citomegalovirus.

 

Quando viene richiesto l’esame
Vasculiti

ANCA e/o test per MPO e PR3 vengono di norma richiesti quando il paziente presenta segni e sintomi di vasculite autoimmune sistemica. Inizialmente i sintomi sono vaghi e non specifici, come febbre, affaticamento, perdita di peso, dolori muscolari e vari e sudorazione notturna. Al progredire della patologia i sintomi divengono più chiari e gravi, coinvolgendo vari organi e tessuti. Alcuni esempi sono:

-        Occhi- rossore (congiuntivite); problemi di vista
-        Orecchie- perdita dell’udito
-        Naso- raffreddamenti che non scompaiono
-        Pelle- rash cutaneo e/o granulomi
-        Polmoni- tosse e difficoltà respiratorie
-        Rene- proteinuria

Nei soggetti già diagnosticati il test deve essere effettuato a intervalli regolari come monitoraggio.

Malattie infiammatorie intestinali
Gli ANCA possono essere prescritti insieme agli ASCA (anticorpi anti- Saccharomyces cerevisiae) quando il soggetto mostra i sintomi della malattia infiammatoria intestinale (IBD) e il clinico deve distinguere tra Morbo di Crohn e colite ulcerosa.

I sintomi nelle IBD sono:

-        Dolori addominali e crampi
-        Diarrea
-        Febbre
-        Affaticamento
-        Sanguinamento rettale
-        In alcune persone sintomi alle ossa e alla pelle
-        I bambini possono anche mostrare ritardo della crescita

Cosa significa il risultato del test?
Il risultato degli ANCA  deve essere interpretato attentamente, tenendo conto dei segni clinici e degli altri esami, come la diagnostica per immagini

Vasculiti
La positività degli ANCA,, PR3 e/o MPO è di supporto nella diagnostica delle vasculiti autoimmuni sistemiche e per distinguere tra i diversi tipi. E’ comunque spesso necessaria una biopsia per confermare la diagnosi.

Se il test risulta negativo è improbabile che il paziente sia affetto.

Se il risultato è positivo al test  microscopico in immunofluorescenza indiretta, allora possono essere riconosciuti diversi tipi di ANCA

-        Perinucleari (p-ANCA)- la fluorescenza è quasi totalmente localizzata attorno al nucleo. Circa il 90% dei campioni con pANCA hanno anticopi MPO
-        Citoplasmatica (cANCA)- la fluorescenza è localizzata nel citoplasma della cellula. Circa l’85% dei campioni con cANCA presenta anticorpi anti- PR3
-        Negativo- fluorescenza scarsissima o assente

Se il test ANCA risulta positivo, allora un test addizionale deve essere effettuato per determinare la concentrazione di anticorpo presente. Questo test è chiamato titolo anticorpale e consistein diluizioni seriali del siero positivo, fino a trovare  la diluizione alla quale gli anticorpi sono ancora apprezzabili. Più è possibile diluire, più gli anticorpi sono concentrati nel sangue. Per esempio se un test è positivo dopo che il siero è stato diluito 64 volte, il titolo sarà 1:64.

I livelli degli ANCA possono cambiare nel tempo e vengono utilizzati per monitorare la patologia e/o la risposta alla terapia; comunque i livelli del titolo in alcuni pazienti riflettono poco lo stato della malattia.

In aggiunta test specifici per gli anticorpi anti- MPO e anti- PR3, posso essere effettuati:

· Un test positivo per gli anticorpi anti- PR3 e positivo per cANCA o pANCA sono stati osservati in più dell’80% dei pazienti con poliangite granulomatosa (granulomatosi di Wegener).
·        Un test positivo per anticorpiMPO e pANCA può essere indicativo di varie patologie quali: poliangite microscopica, glomerulo nefrite, granulomatosi eosinofilia con poliangite (sindrome di Churg Strauss) e sindrome di Goodpasture. MPO e ANCA sono presenti anche in altre patologie autoimmunitarie come: lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide e sindrome di Sjögren.

La seguente tabella mostra i risultati che possono essere osservati nei soggetti affetti da vasculite:

Patologia

% dei soggetti con cANCA (anticorpi PR3)

% dei soggetti con pANCA (anticorpi MPO)

Poliangite granulomatosa (granulomatosi di Wegener)

90% in forme conclamate e 60-70% in forme silenti

meno del 10%

Poliangite microscopica

30%

60%

Granulomatosi eosinofila con poliangite (sindrome di Churg Strauss)

raro

50- 80%

Poliartrite nodosa

raro

raro

 

Malattie infiammatorie intestinali
Il test ANCA può essere utile anche in pazienti che presentano sintomi di malattie infiammatorie intestinali:

-        Se gli ANCA sono positivi e gli ASCA (anticorpi anti- Saccharomyces cerevisiae) negativi, è probabile che il paziente sia affetto da colite ulcerosa
-        Se gli ANCA sono negativi e gli ASCA positivi, allora è probabile che il paziente sia affetto da morbo di Crohn. E’ possibile però che il paziente presenti comunque una di queste patologie, senza che nessuno di questi test risulti positivo.

C’è qualcos’altro da sapere?
In molti casi per fare diagnosi di vasculite è necessaria una biopsia del vaso coinvolto.

I sintomi delle vasculiti e delle malattie infiammatorie intestinali sono stati osservati anche in altre patologie, per questo è necessario sottoporsi anche ad altre tipologie di esami per trovare la giusta causa.

References to Laboratory Test Domande frequenti

Gli anticorpi ANCA spariranno dal circolo prima o poi?
La concentrazione può essere fluttuante nel corso della vita, ma non sparire del tutto.

Il test può essere eseguito nello studio del mio medico?
Il test richiede apparecchiature specifiche ed accurata interpretazione da parte di professionisti esperti. Il campione deve essere esaminato in un laboratorio in grado di eseguire il test.

Tutti dovrebbero sottoporsi al test?
No, solo chi presenta i sintomi sopraelencati relativi a vasculiti sistemiche e IBD. La maggior parte delle persone non avrà mai bisogno di sottoporsi a questo test.

Altre patologie possono derminare una positivizzazione degli anticorpi ANCA?
Sì: artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, patologie polmonari, epatiti autoimmuni, l’uso di alcuni farmaci, infezioni al cuore (endocarditi) e al sistema respiratorio.

Quante patologie autoimmuni possono provocare vasculiti sistemiche?
Ci sono molte patologie autoimmuni che sono state identificate (Vedere sezione Vasculiti)

Links

In questo sito

Patologie:  Malattie autoimmuni,  Vasculiti,  Malattie infiammatorie intestinali (IBD)

Altrove sul Web

The John Hopkins Vasculitis Center
Vasculitis Foundation
National Heart, Lung, and Blood Institute: What is Vasculitis?
Crohn's and Colitis Foundation of America: Diagnosing and Managing IBD
National Digestive Diseases Information Clearinghouse: Crohn's Disease
National Digestive Diseases Information Clearinghouse: Ulcerative Colitis

© 2017 - 2018 All Rights Reserved | Laboratorio analisi cliniche dr. Fioroni srl - P.IVA 00735680449 | privacy policy - informativa uso cookies